Io e Te (una recensione) — Skye Slatcher

Questo romanzo breve è il primo libro che ho letto di Niccolò Ammaniti, e mi è piaciuto tantissimo!

Il romanzo si chiama ‘Io e Te’, ed è una storia commovente, ma davvero avvincente. La trama parla di un ragazzo, Lorenzo Cuni, socialmente imbarazzante, che non ha degli amici a scuola. Un giorno, lui ha mentito a sua madre, e ha detto che è stato invitato a una gita sugli sci con le persone della sua classe. Dopo che sua madre lo ha accompagnato a scuola, lui è tornato al suo condominio. Per una settimana, è rimasto nel semminterrato. Mentre lui era lì, la sua sorellastra, Olivia, lo ha trovato. Dopo il loro incontro, le loro vite sono cambiate per sempre.

Ammaniti esplora le emozioni di un adolescente. L’atmosfera del libro è di claustrofobia e di essere nascosto. Lorenzo e Olivia condividono la sensazione di non essere accettati dalla società. Sono entrambi autodistruttivi e soli. Il libro tratta di temi importanti come il consumo di droghe, le relazioni familiari, le amicizie e il cambiamento durante l’adolescenza, per questo è una storia intensa e veramente toccante.

Penso che Lorenzo Cuni sia un personaggio molto accattivante. I suoi problemi, sebbene così specifici, riguardano tutti: a un certo punto, tutti si sentono soli o nascosti. Tuttavia, vedere questi problemi attraverso gli occhi di un adolescente è particolarmente interessante, perché penso che sia il momento in cui si forma la personalità di una persona. Trovare Olivia era davvero importante per Lorenzo, perché quando si fanno promesse a vicenda vediamo un cambiamento importante nel suo carattere.  

Ammaniti dimostra il suo potere con le parole e le immagini – il romanzo è scritto magnificamente. Mi sarebbe piaciuto di più questo libro se avessimo visto cosa è successo a Olivia e Lorenzo tra la fine della loro settimana insieme e la scena finale del romanzo. Comunque, assegnerei a questo libro un punteggio di 4.5 su 5.

Mentre la ligua è impegnativa, è una lettura assolutamente piacevole; comunque, devo dire che alcune delle sezioni più gratificanti del libro sono state quelle che mi hanno impiegato più tempo per leggerl, ma quando finalmente le ho capite, avevo imparato così tanto nuovo vocabolario. Perciò, racommanderei questo romanzo a tutti gli studenti che vogliono migliorare il loro italiano, anche se è consigliata una base solida di conoscenza della lingua.

Non vedo l’ora di leggere gli altri libri di Niccolò Ammaniti, perché mi sembra che sia un autore splendido.